Come preparare la zucca in poco tempo. Benvenuto autunno!

Come preparare la zucca in poco tempo

Come preparare la zucca in poco tempo. Benvenuto autunno!

Le temperature si rinfrescano e i primi maglioni leggeri fanno capolino nell’armadio: l’autunno sta arrivando, e io non potrei essere più felice! Questa è una delle stagioni che amo di più, anche perché porta con sé alcuni dei miei ortaggi preferiti. Uno su tutti, la zucca.

È un prodotto della natura delizioso e benefico, oltre ad avere un colore stupendo. Ma spesso incontra una certa resistenza da parte di chi – forse spaventato dalla sua buccia coriacea – teme di dover passare interminabili minuti a pulirla e tagliarla.

Qui ti spiego come la scelgo e come la preparo in pochissimi minuti. La gran parte del lavoro la fa il forno, mentre tu fai qualcos’altro (per esempio, leggere e bere una tazza di tè, il passatempo autunnale per eccellenza).

zucca

Carta d’identità della zucca

La zucca è un ortaggio della famiglia delle cucurbitacee. Questa famiglia comprende circa 760 specie, coltivate in tutto il mondo, tra cui barbabietola rossa, spinaci, coste; e poi appunto zucca, zucchine, cetriolo.

Esistono 500 varietà di zucca, che fanno riferimento a 15 specie, di cui 5 commestibili: la zucca da orto o zucchino (cucurbita pepo), la zucca gigante (cucurbita maxima), la zucca muschiata (cucurbita moschata), la zucca del Siam (cucurbita ficifolia) e l’ayote (cucurbita argyrosperma).

La caratteristica comune a tutte le specie della famiglia è la grande quantità di acqua, che significa ridotto apporto di calorie, grande senso di sazietà, ottima azione idratante e depurativa (dovuta alla diuresi). Altra caratteristica comune ai membri della famiglia è l’abbondanza di Vitamine A, C ed E.

Perché la zucca fa bene?

Mangiare la zucca aiuta a rifornire l’organismo di antiossidanti naturali, in particolare vitamina A. Questa vitamina ha un ruolo importante nel mantenimento dell’integrità di pelle e mucose, e nelle sue diverse forme aiuta anche a proteggere la vista. Studi scientifici suggeriscono inoltre che la vitamina A possa proteggere dai tumori al polmone e alla cavità orale.

La zucca è anche una fonte di vitamina C (alleata del sistema immunitario e importante per la sintesi del collagene), vitamina E (altra molecola dalle proprietà antiossidanti) e vitamine del gruppo B (coinvolte in numerosi processi metabolici).

Fra i minerali, è ricca di potassio che aiuta a favorire la buona salute cardiovascolare; calcio, fosforo e magnesio sono alleati della salute delle ossa; selenio e manganese sono componenti delle difese anti-invecchiamento dell’organismo.

Infine, la zucca è una fonte di triptofano, un aminoacido precursore della serotonina (il cosiddetto “ormone del buonumore”), della melatonina (molecola che promuove il buon sonno) e del neurotrasmettitore GABA.

Come preparare la zucca in poco tempo

Come sceglierla

La stagione della zucca, alle nostre latitudini, va circa da fine settembre a fine marzo. In Italia si coltivano e si consumano principalmente una decina di tipi di zucche: Delica, Iron cup, Hokkaido, marina di Chioggia, mantovana, violina, Butternut, moscata di Provenza, napoletana, Spaghetti Squash.

Il mio consiglio è di evitare la zucca affettata del supermercato (portatrice di inutile plastica e portata naturalmente a deperire in fretta) e optare per una bella zucca intera da cucinare tutta in una volta (più sotto ti spiego come). Ha un costo contenuto e si trova facilmente nei mercati contadini; inoltre si conserva anche per un paio di mesi, a temperatura ambiente, se l’ambiente non è troppo caldo e umido.

Quando la acquisti, fai attenzione alla buccia: deve essere priva di ammaccature e punti di colorazione troppo diversa dal resto.
Io prediligo zucche di dimensioni contenute, in particolare la Delica, la Butternut e la Hokkaido. Queste tre tipologie sono poco acquose e piuttosto dense e farinose. Hanno un piacevole retrogusto di nocciola e castagne, e si prestano a diverse preparazioni.

Come preparare la zucca in poco tempo

Come preparare la zucca in poco tempo e come usarla in cucina

Se ancora stai pensando “non mangio zucca perché è troppo lunga da preparare”, ecco come puoi ricrederti. Con questo metodo ti servono solo 5 minuti di orologio di lavoro!

Come preparare la zucca in poco tempo

Il “trucco” è prepararla tutta in una volta: ti porti avanti, guadagni tempo e aggiungi salute e colore ai tuoi piatti. Ecco come fare:

  1. Lava attentamente la buccia
  2. Taglia la zucca a metà
  3. Svuotala dei semi con un cucchiaio o uno scavino
  4. Metti all’interno uno spicchio d’aglio e erbe aromatiche a piacere (timo, salvia, rosmarino, ecc.)
  5. Rovesciala su una teglia ricoperta di carta forno e spennella con olio EVO (serve per non farla rinsecchire)
  6. Cuoci in forno ventilato a 190° fino a che è morbida (circa 30/40 minuti)
  7. Svuota la buccia della polpa cotta (la buccia puoi anche mangiarla se è bio!)

Cosa preparare con la polpa di zucca cotta

  • Una vellutata: frulla la polpa con brodo vegetale e un filo di olio, oppure prepara un soffritto con scalogno, zenzero e cannella, aggiungi la polpa e fai cuocere pochi minuti. Frulla tutto. Completa con un cereale integrale e alcuni ceci interi o frullati
  • Risotto: frulla la polpa con poco olio evo e aggiungila in cottura. Puoi abbinarla anche a dei funghi saltati con aglio e timo oppure delle nocciole tostate. Oppure fai questa ricetta. Con lo stesso condimento puoi condire anche una pasta.
  • Pasta al forno: frulla la polpa con mezzo bicchiere di latte (anche vegetale), taglia a dadini della provola e usa il tutto per condire della pasta al dente. In forno, sotto il grill, per una decina di minuti.
  • Se non metti l’aglio e le erbe aromatiche: usala per preparare una torta con nocciole e noci, oppure dei muffin con gocce di cioccolato

Come conservarla

La polpa così preparata si conserva per circa 4/5 giorni in frigo, in un contenitore ermetico. Oppure si può congelare in contenitori o sacchetti fino a 6 mesi a -18°.

Newsletter

Ogni mese mando una newsletter (una sola!): se ti iscrivi, riceverai dei contenuti esclusivi, pensati proprio per te che vuoi essere felice in cucina.

Quando organizzerò corsi o eventi speciali, sarai il primo a saperlo. E poi, potrai accedere a una sezione segretissima del mio sito: non sei curioso?