Detox dopo le feste: perché non lo faccio, e come mantengo le buone abitudini

detox dopo le feste the food sister

Detox dopo le feste: perché non lo faccio, e come mantengo le buone abitudini

Puntuale come ogni anno, l’invasione è arrivata. Anzi, quest’anno è cominciata in anticipo: i primi post sul detox dopo le feste ho cominciato a vederli il 2 gennaio. Ma non si usa più la buona creanza di parlare di dieta dal 7 in poi? Ho persino letto “se vuoi arrivare in forma alla prova costume comincia a lavorare adesso!”. Ok, il global warming, ma chi va al mare a febbraio?

Le diete alla moda: cosa dice la scienza

Ironia a parte – senza contare che io alla prova costume ci arriverò con la pancia molle e sgonfia da puerpera – credo che negli ultimi anni, grazie anche agli Instacosi, si siano diffuse in maniera esponenziale diete preconfezionate e ricette miracolose che sicuramente hanno un appeal molto importante sulle donne di tutte le età, in particolare le più giovani.
Se ai nostri tempi c’erano la dieta del minestrone e quella dell’ananas, adesso è un proliferare di regimi alimentari che, di solito, propongono di eliminare questo o quell’alimento ritenuto – spesso senza alcun fondamento – dannoso: il glutine (per tutti, anche non celiaci e intolleranti), i carboidrati (tutti!), i grassi, le verdure di un tipo o quelle di un altro. Sulla “truffa delle detox” ha scritto un interessante e controverso articolo Camilla, una dietista molto giovane e in gamba, che spiega che dal punto di vista scientifico questo tipo di regimi hanno poco senso. Le sue argomentazioni sono supportate da una nutrita bibliografia di articoli scientifici, cosa che andrebbe sempre verificata quando leggiamo qualche articolo di questo genere. Anche Bon Appétit ha pubblicato un articolo molto utile sul perché evitare le diete detox dopo le feste, consiglio di leggerlo!
Io non sono una nutrizionista, ma conosco abbastanza bene le caratteristiche degli alimenti da rimanere alquanto perplessa quando leggo, per esempio, frasi come “i legumi e i cereali MAI insieme!” (e invece è il contrario, lo dice la scienza e la saggezza popolare).

Le diete detox dopo le feste aumentano lo stress

Potrei continuare con una lunga lista di esempi, ma non voglio divagare dal punto fondamentale: sottoporre il nostro corpo a questi stress da privazione è inutile e dannoso, per il corpo e per la psiche. Lo spiega meglio di me la mia cara Nina, che, oltre a scrivere di cibo su alcune importanti riviste e testate, ha una formazione pluriennale in cucina olistica e medicina tradizionale cinese:

https://www.instagram.com/p/BsXnex7Fexi

Inoltre, se le feste sono un momento di gioia – anche a tavola – che senso ha, dopo, punirsi? Forse non vogliamo permetterci di essere troppo felici, o pensiamo di non meritarlo; o forse siamo ancora succubi di una mentalità patriarcale che ci vuole sottomesse: a noi stesse, prima di tutto.

Consapevolezza e conoscenza: imparare ad ascoltare il nostro corpo

Siamo così attenti ai cibi naturali, biologici, km0. Ma poi, troppo spesso, dimentichiamo la natura del nostro corpo. Non siamo – o pensiamo di non essere – in grado di ascoltare i suoi bisogni, le sue necessità, i suoi segnali: preferiamo che qualcuno ci dica cosa fare giorno dopo giorno. È più comodo, certo, ma così rinunciamo alla nostra crescita personale, o empowerment che dir si voglia.

È l’esatto contrario dei principi dell’Intuitive Eating, un’interessante filosofia alimentare che coniuga benessere mentale, consapevolezza e salute. Una delle persone che leggo più volentieri, sull’argomento, è Chiara. Nutritional Advisor con sede a Dublino, ha unito la chimica – materia in cui è laureata – con la passione per la cucina e il benessere. Ecco cosa scriveva qualche giorno fa commentando questa invitantissima colazione:

https://www.instagram.com/p/BsQjQsani62/

Dopo le feste: alcune idee e qualche consiglio pratico

“Quindi cosa ci stai consigliando cara Food Sister, di continuare ad abbuffarci di cotechini e panettoni?” 🙂 Sono una sostenitrice del libero arbitrio e non sono qui per dare consigli sulla salute, visto che il ruolo non mi compete, ma quello che mi sento di condividere è qualche idea su come gestisco io il rientro alla “vita normale” dal punto di vista pratico e organizzativo.

1. Mangio meglio 

C’è un momento durante le feste in cui il mio corpo mi dice “ora basta”. Sono golosa, e dato che spesso passo il Natale a casa dei miei amo farmi coccolare con le cose che di solito non mangio, o su cui cerco di non esagerare, come formaggio e dolci. Poi però la mia pancia mi costringe ad ascoltarla.
Da qualche giorno quindi sono tornata a mangiare come sempre: cereali, verdure, proteine vegetali, poche proteine animali, grassi buoni. Seguo i principi della dieta mediterranea tradizionale (qui un libro che ne parla in maniera divulgativa e interessante), prediligendo la varietà e la freschezza dei cibi: sul mio profilo Instagram e nelle Stories sto raccontando, un po’ più del solito, #cosamangiooggi.
Uno strumento che mi aiuta molto è il menu settimanale, a cui dedicherò presto un post di approfondimento qui e nelle Stories! (Se vuoi farlo con me, contattami per una sessione di Food Coaching a domicilio o via Skype).

2. Mi muovo

Soprattutto dopo una certa età, possiamo fare tutta la dieta che vogliamo ma la nostra salute e il nostro aspetto non miglioreranno mai senza un po’ di moto. Anche qui, vale secondo me la regola di non esagerare e di andare per gradi. Se passate dal divano alla palestra di cross fit fate più danno che altro, sempre che un allenamento così impattante funzioni davvero. A dirlo non sono io, ma la mia Anti personal trainer preferita, la Fede:

https://www.instagram.com/p/BsKuVaqA0Ll/

Nel mio caso, quello che faccio è camminare tanto – ogni giorno il mio Fitbit segna non meno di 12.000 passi – fare yoga almeno 2 volte a settimana e seguire la scheda personalizzata di Federica. Sono in gravidanza e non posso esagerare, ma con le debite proporzioni questo è quello che faccio di solito.

3. Non mi peso 

Pesarsi per me è sempre stata una fonte di stress, visto che sono soggetta a frequenti sbalzi di peso. Per questo ho eliminato la bilancia ormai 10 anni fa e vivo benissimo (tanto, se i jeans stringono me ne accorgo lo stesso). Si può essere meno drastici, ed evitare comunque di pesarsi subito dopo le abbuffate: qui la mitica Cristina/Estetista Cinica spiega perché non bisogna salire sulla bilancia dopo aver fatto bagordi. Ci sono anche alcuni consigli sui suoi prodotti, che ho testato e consiglio per la loro efficacia!

4. Coltivo la mente 

La mindfulness è una di quelle mode degli ultimi anni assolutamente positive, a mio parere. Ci sono molti modi per nutrire il proprio lato spirituale (e i benefici sulla salute e sulla longevità di questo tipo di pratiche sono dimostrati anche dalla scienza moderna, come spiegano gli autori di questo libro). Io, oltre allo yoga, ho scelto di meditare 10 minuti al giorno con una App, lavoro a maglia, cerco di essere presente nelle ore che passo con mia figlia, a volte impostando il cellulare in modalità aereo.

Raccontatemi le vostre abitudini dopo le feste, sono curiosa!