Attrezzi da cucina, ecco gli indispensabili

attrezzi da cucina

Attrezzi da cucina, ecco gli indispensabili

Non ho mai pensato che per cucinare bene servano attrezzi da cucina costosi, né che ci voglia un utensile per ogni attività. Spesso i miei clienti mi chiedono se per migliorare le loro performance culinarie abbiano davvero bisogno di quel costoso robot tuttofare, o di una planetaria, o di un set di coltelli da Shogun.

La mia filosofia in cucina – ma anche nella vita – è più tendente al minimalismo che al polo opposto, per cui la mia risposta è sempre “dipende”. Dipende da cosa si vuole cucinare, quanto spesso, ecc.

Ci sono però alcuni strumenti che trovo utilissimi per risparmiare tempo e cucinare meglio, facendo anche meno fatica. Di solito sono oggetti che hanno più di una funzione, e che possono rappresentare un piccolo investimento duraturo nel tempo. Ecco la mia selezione, a cui ho aggiunto alcuni dei suggerimenti che mi avete dato su Instagram.

Attrezzi da cucina: quali scegliere

attrezzi da cucinaLa pentola a pressione

Sono una vera appassionata di questo strumento e lo ripeto spesso ad amiche e clienti: con la pentola a pressione i tempi di cottura si dimezzano! Inoltre si possono usare meno condimenti perché i sapori si concentrano in cottura, ed è possibile cuocere più alimenti in contemporanea, usando i cestelli per il vapore. Io la uso per i legumi, le zuppe, gli stufati.

Le mie sono Lagostina, una ereditata dalla mamma e una comprata per me. La misura più comoda è 5l, ma anche quella da 3l è utile. Su Amazon si trovano buone offerte soprattutto durante il Black Friday e il Prime Day.

attrezzi da cucina

Due coltelli di qualità

Un altro piccolo investimento che ho fatto sono stati dei coltelli di buona qualità. Ne bastano due per iniziare: uno spelucchino, per i lavori di precisione, e un santoku, soprattutto per tagliare le verdure. Li tengo sempre ben affilati con l’acciarino e la pietra apposita, e una volta all’anno li porto in coltelleria per l’affilatura professionale. Non li lavo mai in lavastoviglie, ma sempre e solo con acqua fredda e sapone antibatterico.

Dove comprarli: io vi consiglio di affidarvi al consiglio di un esperto, a Milano per es. trovate la coltelleria Rivola. Se volete cominciare da qualcosa di non troppo impegnativo, questo coltello che ho anche io è perfetto.

attrezzi da cucina

Una bilancia di precisione

È vero che alcune preparazioni possono essere fatte “a occhio”, ma non tutte: penso al pane e alla pasticceria, che richiedono misurazioni precise. Una bilancia digitale è indispensabile per queso tipo di ricette, dal momento che riesce a pesare anche i singoli grammi.

Quella che ho scelto io è simile a questa, leggera e piatta, così posso portarla con me quando tengo corsi e consulenze e soprattutto posso riporla in un cassetto della cucina senza ingombro. Ce ne sono di molte marche e dimensioni, a prezzi decisamente contenuti. 

Un frullatore potente

Per me è un alleato prezioso: mi permette di emulsionare alla perfezione salse, hummus, vellutate, burri di frutta secca. Questo è l’unico attrezzo, tra gli indispensabili, che ha un costo più elevato (ho scelto il Vitamix), ma si può iniziare anche con un minipimer, stando attenti a non sforzarne troppo il motore, o un piccolo food processor. In alternativa, consiglio di esplorare il mercato dell’usato: su piattaforme come subito.it si trovano buone occasioni.

Attrezzi da cucina consigliati da voi

Qualche settimana fa sulle Stories di Instagram ho lanciato un mini sondaggio per sapere quali sono gli attrezzi preferiti di chi mi legge. Devo dire che mi sono ritrovata molto nelle vostre scelte! Ecco allora una selezione dei più amati.

Il leccapentole

È una paletta flessibile per pulire pentole, ciotole di impasti, bicchieri di frullatori: si evitano sprechi e si usa tutto l’usabile. I migliori sono quelli in silicone, con manico di metallo o plastica. Si lavano perfettamente in lavastoviglie e durano moltissimi anni (se non li mettete sul fuoco!).

Un pelapatate

Può sembrare una questione banale ma non lo è: un buon pelapatate vi fa risparmiare fatica se dovete pelare tuberi, carote, zenzero, sedano rapa ma anche la zucca! Sceglietelo del tipo orizzontale (io ho questo), meglio se con la lama intercambiabile (dopo un po’ inevitabilmente perde il filo). Ne possiedo anche uno con la lama per fare la julienne, che uso ad esempio per creare gli spaghetti di zucchine.

Una grattugia con manico/zester

Questo è uno dei casi in cui il marchio fa la differenza: io da anni uso solo Microplane, una garanzia! Questo tipo di grattugia è ottimo per la scorza di agrumi, la noce moscata, ma anche per grattugiare piccole quantità di formaggio (ad es. sulla pasta). Le lame sono molto affilate (attenzione!) per un risultato di ottima qualità. Durano anni, prima di perdere il filo, ma sono un investimento davvero utile.

Newsletter

Ogni mese mando una newsletter (una sola!): se ti iscrivi, riceverai dei contenuti esclusivi, pensati proprio per te che vuoi essere felice in cucina.

Quando organizzerò corsi o eventi speciali, sarai il primo a saperlo. E poi, potrai accedere a una sezione segretissima del mio sito: non sei curioso?